Viaggiare è un po' come come ricordare

Mercoledì 04 Giugno 2014 00:00
Stampa
Scritto da: Redazione

grande-guerra.jpg
Un viaggio a piedi e un racconto lungo il cammino della storia della Grande Guerra. C'è la guida che porta nelle trincee e nei camminamenti, negli avamposti e nei piccoli forti del Monte Pasubio, in Trentino Alto Adige. E ci sono i testi attraverso cui completare la conoscenza della vita dei soldati al fronte. Dal 5 al 10 agosto 2014 le Vie dei Canti propongono il viaggio sulle Piccoli Dolomiti con la guida Michele Sbrana. Tante storie, le lettere, la corrispondenza tra marito e moglie ci conducono laddove i segni della Grande Guerra ci sono ancora.

LEGGI TUTTI I DETTAGLI DEL VIAGGIO A PIEDI

 

rumiz%20guerra.jpgGià, perché il 28 luglio 1914 cominciava la Prima Guerra mondiale. Nel centenario del conflitto il giornalista e scrittore Paolo Rumiz, amico delle Vie dei Canti, ripercorre in 10 dvd inediti editi dall'Espresso a partire dal 21 maggio, i luoghi, in Italia e in Europa, che ne hanno segnato le vicende. Dalla Germania alla Francia, dall'Ucraina all'Italia: un lungo viaggio per capire e spiegare le ragioni di una guerra che ha cambiato la storia del mondo: "Capire l'Europa del '14 - spiega - è indispensabile per intendere quella del 2014. Non è possibile capire se cammini eretto là dove loro sono andati strisciando come vermi. Non puoi, se porti scarpe asciutte e vestiti puliti".


Ultimi articoli di: Redazione


Torna Indietro »

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze - Policy - Accetto i cookies