Rallenta, è Pasqua 2015 | Via Francigena o Marocco?

Martedì 24 Marzo 2015 00:00
Stampa
Scritto da: Redazione

In Toscana come pellegrini di un tempo nelle città gioiello e nella natura tra Lucca e Siena. Nel Marocco delle kasbah di terra ocra e dei giardini di rose. Due modi di stare insieme a Pasqua, sempre a piedi, con lentezza e accompagnati da una guida con una storia da raccontare.

Sono le proposte di viaggi a piedi per la Pasqua 2015 delle Vie dei Canti. Zaino leggero in spalla e mente sgombra da abitudini e pregiudizi, ogni cammino è un incontro con nuovi punti di vista. In un viaggio Vie dei Canti si partecipa per qualche giorno alla vita di una piccola temporanea comunità (il gruppo in cammino) per cui viaggiare diventa condividere tempo, parole, cibi, camera, emozioni. I viaggi sono unici e originali, messi a punto uno per uno con le guide, ricercando le ragioni di un percorso sempre nuovo, anche per il tempo atmosferico, i compagni di viaggio e le storie incontrate.


Come un viandante medievale – Da Lucca a Siena
30 marzo - 4 aprile 2015

via%20francigena%20lucca%20siena.jpg

Sulla Via Francigena dal Duomo di Lucca a Piazza del Campo a Siena. A piedi come uomini di fede o faccendieri. Un patrimonio fatto di cultura, arte, storia, natura e senso dell’ospitalità, da conoscere camminando nei luoghi della campagna toscana e attraversando quattro province. Immersi nelle colline, tocchiamo piccole città gioiello come San Gimignano e Monteriggioni e note città d’arte come Lucca e Siena. Con Federica Amaducci.

[LEGGI TUTTO]



La Valle delle Rose – Marocco, paesaggi berberi
30 marzo - 6 aprile 2015

marocco%20valle%20delle%20rose.jpg

Questo è un facile cammino nella Valle delle Rose e nelle gole d’Agouti e del M’Goun, ai piedi dell’Alto Atlante. Visitiamo sontuose kasbah di terra ocra e colorati giardini di rose e conosciamo le tradizioni berbere ospitati dai caratteristici rifugi (gîtes). Questa è la terra della rosa damascena, dove i petali vengono fatti essiccare sui tetti di terra delle abitazioni prima di estrarne l’essenza per l’industria francese dei profumi. Con Alì Daimin.

[LEGGI TUTTO]



Ultimi articoli di: Redazione


Torna Indietro »

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze - Policy - Accetto i cookies