Re Nudo

Re Nudo

 

Re Nudo

Re Nudo

 

Collabora con Tra Terra e Cielo

 195 visitatori online

Cerca per Periodo

Cerca un Articolo

COSA FACCIAMO

  • LEGGERE
  • Tra Terra e Cielo INFORMA:
  • - 2 newsletter (L'APpuntalapis e Vie dei Canti), 1 blog e un a-periodico di eventi e notizie nel settore della cultura olistica, del vivere naturale, delle vacanze e del viaggio

  • PARTIRE
  • Tra Terra e Cielo PROPONE:
  • 1 - soggiorni e vacanze al Mare e in Montagna curando l'alimentazione (locale, biologica, vegana, di ispirazione macrobiotica), le attività culturali e conviviali per grandi e bambini, la sostenibilità ecologica.
  • 2 - viaggi a piedi in piccolo gruppo e guidati in Italia e nel mondo. La guida ha sempre una storia da raccontare sull'itinerario.

In cammino fino al 2020

E-mail Stampa PDF
Scritto da: Fabio Lepre
salopek.jpg
Sparirà per 7 anni. Un po' come facevano i viaggiatori dell'antica Grecia, i mercanti veneziani e gli antichi marinai. Questa è la storia di Paul Salopek, 51 anni, due premi Pulitzer nel cassetto di casa, da qualche settimana sulle tracce dei nostri primi antenati. Si è messo in cammino all'inizio di quest'anno dal villaggio di Herto Bouri nell'Etiopia, sulle tracce degli uomini che lasciarono l'Africa ai tempi della preistoria e in poche migliaia di anni riuscirono a colonizzare l'intero pianeta. La destinazione finale è la Patagonia argentina, alla punta più meridionale dell'America del Sud: ci arriverà nel 2020, quando di anni ne avrà 58.

national.jpgNonostante il lungo percorso, il suo è un viaggio leggero. Nello zaino ha messo un cambio d'abito, qualche medicina per l'imprevidibilità di attraversare quattro continenti, cibo e acqua per nutrirsi, carta e matita per fare il suo lavoro, un computer portatile per aggiornare il suo blog. La velocità del cammino? Cinque chilometri all'ora.

Nel corso del cammino si aggiungono pastori nomadi e giornalisti disoccupati, lavoratori dei pozzi di petrolio in vacanza e soldati in congedo, quelli che Salopek, 35 chilometri al giorno, definisce "una finestra sulla comunità in cui vivono". Ma quali sono le ragioni che lo hanno spinto a imbarcarsi nel progetto che ha chiamato Out of Eden Walk? "Per rallentare. Per pensare. Per scrivere".

Paul Salopek è fellow della National Geographic Society, che finanzia il suo viaggio assieme alla Knight Foundation. Per seguire e commentare il viaggio di Paul Salopek visitate il sito outofedenwalk.nationalgeographic.com


Torna Indietro »

consorzio assicurativo etico socialeTurismo Responsabile

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze - Policy - Accetto i cookies