Re Nudo

Re Nudo

 

Re Nudo

Re Nudo

 

Collabora con Tra Terra e Cielo

 130 visitatori online

Cerca per Periodo

Cerca un Articolo

COSA FACCIAMO

  • LEGGERE
  • Tra Terra e Cielo INFORMA:
  • - 2 newsletter (L'APpuntalapis e Vie dei Canti), 1 blog e un a-periodico di eventi e notizie nel settore della cultura olistica, del vivere naturale, delle vacanze e del viaggio

  • PARTIRE
  • Tra Terra e Cielo PROPONE:
  • 1 - soggiorni e vacanze al Mare e in Montagna curando l'alimentazione (locale, biologica, vegana, di ispirazione macrobiotica), le attività culturali e conviviali per grandi e bambini, la sostenibilità ecologica.
  • 2 - viaggi a piedi in piccolo gruppo e guidati in Italia e nel mondo. La guida ha sempre una storia da raccontare sull'itinerario.

Via Francigena: 3 nuove tappe in Italia

E-mail Stampa PDF
Scritto da: Monica Fregale
via-francigena.jpgLa Via Francigena diventa... più lunga. Tre nuove tappe sono state aperte ai camminatori di tutto il mondo. Sono Altopascio-San Miniato, San Miniato-Gambassi e Gambassi-San Miniato. Ora sono nove in tutto le tappe percorribili in sicurezza. E non finisce qui perché altre due saranno aperte fra pochi giorni, il 17 dicembre, e le restanti quattro nei primi mesi del 2014. Il percorso di messa in sicurezza della Francigena toscana - assicurano gli amministratori locali - si completerà entro il periodo di Pasqua del prossimo anno.

Al taglio del nastro ha partecipato anche il governatore della Toscana Enrico Rossi. Ma questa volta non vogliamo riportare i ringraziamenti di rito, gli ammiccamenti fra politici e la corsa a mettere il cappello sull'iniziativa. Preferiamo riferire le parole sul viaggiare a piedi pubblicate (e stracommentate e stracondivise) dallo stesso Rossi sulla sua pagina Facebook: "Camminare è una modalità del pensiero. E' un pensiero pratico. E' un triplo movimento: non farci mettere fretta; accogliere il mondo; non dimenticaci di noi, strada facendo. Gli europei, in particolare i giovani, sanno bene tutto questo, come io stesso ho potuto constatare qualche anno fa sul cammino di Santiago di Compostela in Spagna. Ma camminare può rappresentare anche una rivoluzione silenziosa, da attuarsi nelle nostre città ingolfate dalle auto. Si potrebbe infatti dire con una battuta surreale, presa a prestito da un gruppo di seri urbanisti americani, che il pedone rimane il più grande ostacolo al libero fluire del traffico. Camminare è il gesto più umano per ritrovare la bussola. In Toscana dobbiamo provarci e io penso che se si presentasse alle elezioni un partito dei camminatori se la giocherebbe con quello degli autisti. Io saprei da che parte stare". E voi?

via-francigena2.jpg



Torna Indietro »

consorzio assicurativo etico socialeTurismo Responsabile

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze - Policy - Accetto i cookies